news letter

01.jpg

Tesseramento

manifesto2018

Slideshow CK

This is a bridge
This bridge is very long
On the road again
This slideshow uses a JQuery script adapted from Pixedelic
insegnare
insegnare

Mattone Barbagallo Angeletti pPer parlare di “Valore del lavoro .... soprattutto a Catania”, la Uil su iniziativa del segretario Angelo Mattone riunirà domani – venerdì 9 – alle 16.30 il proprio Direttivo territoriale nell’Aula magna del Rettorato. Interverranno, tra gli altri, il segretario nazionale organizzativo e il segretario regionale della Uil, Carmelo Barbagallo e Claudio Barone, il rettore Tony Recca e l’imprenditore Fabio Scaccia che con l’autore discuteranno del libro “Il valore del lavoro” di Antonio Passaro, addetto stampa della Uil nazionale. Il Direttivo è pure chiamato a discutere i significativi indirizzi di cambiamento indicati alla Uil etnea da Angelo Mattone, anche alla luce della recente “Conferenza nazionale di organizzazione” che è stata guidata da Angeletti e Barbagallo. Angelo Mattone spiega: “Pensiamo ad un incontro stabile, permanente tra uomini e donne, che condividono valori laici, nella società come in politica, e vogliano incontrare il meglio di esperienze cattoliche e del volontariato per scambiare idee e messaggi di tolleranza, di governo della società, di esperienze di sussidiarietà e di solidarietà. Lo dobbiamo, innanzitutto, ai tanti cittadini che l'attuale congiuntura recessiva ha retrocesso sotto la soglia di povertà. Questo è ciò che noi, uomini e donne della Uil etnea, abbiamo maturato con esperienze, proposte e progetti che, soltanto dopo i risultati delle elezioni regionali del 28 ottobre, abbiamo pensato di rendere pubbliche”.

Leggi tutto...

UIL SEGRETERIA PROVINCIALE CATANIA 27/10/2012 Comunicato stampa “Socializzare le perdite, privatizzare i profitti. A questa logica, francamente sconcertante, sembra ispirarsi l'amministrazione comunale di Catania nella progettata dismissione di quote significative di Sidra (e Asec). La Uil si opporrà in ogni modo a questa scelta che e' incomprensibile, immotivata, persino illegittima”. Lo affermano il segretario confederale Uil Salvo Bonaventura e il delegato aziendale Angelo Scalia che spiegano: “La privatizzazione mascherata del servizio idrico produrrà, a fronte di un incasso momentaneo, un danno economico permanente per le casse pubbliche perché comporterà la rinuncia a una fonte certa e crescente di entrate; il Comune, inoltre, fornirà un'ulteriore dimostrazione di come le aziende pubbliche debbano restare tali solo fino a quando producono perdite e, quindi, possono essere tranquillamente definite inutili carrozzoni. Il no secco, convinto e motivato della Uil nasce, poi, da elementari esigenze di tutela dei cittadini che in caso di vendita della Sidra rischiano di patire il danno, per il facilmente prevedibile aumento delle bollette, e la beffa, in quanto Catania sarà scippata di un bene collettivo sul quale era stato espresso un chiaro orientamento con il referendum sull'acqua pubblica. Al 100 per 100”.

A Catania e in Sicilia anche la Sanità e' un'incompiuta. Una delle tante. Perché nella rete di salvaguardia del diritto alla salute e' stata dimenticata la territorializzazione che doveva, invece, rappresentare un aspetto fondamentale della riforma regionale, intervenuta solamente con tagli e misure illogiche sulla rete ospedaliera. Siamo ancora qui in attesa dei Punti territoriali di assistenza e di emergenza che sarebbero dovuti servire a decongestionare Pronti soccorso e corsie". Lo afferma Stefano Passarello, il segretario provinciale della UIL FPL che alle 9.30 di domani – lunedì 28 – introdurrà alle "Ciminiere" di Catania il convegno dell'organizzazione di categoria della UIL su "La riorganizzazione della rete ospedaliera in Sicilia". Interverranno i segretari nazionale e regionale della UIL FPL, Giovanni Torluccio ed Enzo Tango, il segretario regionale Uil Medici Fortunato Parisi, i segretari regionale e provinciale della UIL, Claudio Barone e Angelo Mattone. "Oltre alle denunce su carenze di organico e disservizi che la UIL FPL ha documentato in questi anni – dice Stefano Passarello – la nostra organizzazione ha lanciato, e continuerà a farlo, proposte per una Sanità più presente nel territorio, più vicina ai cittadini, in cui non si debba assistere solo a riduzioni di spesa ma anche alla costruzione di un nuovo modello di assistenza perché Enti locali e Sanità, come ha affermato Angelo Mattone in una nostra recente iniziativa, non siano più a Catania e nell'Isola simbolo negativo di uno Stato sempre più avaro di servizi e prodigo di tasse verso i cittadini". "Dal nostro convegno, con l'autorevolezza dell'intera classe dirigente della UIL e della UIL FPL presente per l'occasione a Catania – conclude Passarello – chiederemo al presidente della Regione Rosario Crocetta che con il nuovo Governo nazionale ridiscuta il patto di stabilità perché non sarebbe sostenibile dai cittadini un'ulteriore raffica di tagli sulle risorse umane, professionali, e sui servizi essenziali. Ridurre ancora ausiliari, infermieri e medici significherebbe condannare alla paralisi la rete ospedaliera, imponendo di fatto il ricorso a cure mediche private che sempre meno siciliani possono permettersi".

CGIL – UIL SEGRETERIE PROVINCIALI CATANIA 27/10/2012 Comunicato stampa “La disperazione dei lavoratori ex Coem e Marketing Sud, sedotti e abbandonati come tanti altri dalle istituzioni politiche con un protocollo d'intesa che ora si rivela unicamente un pezzo di carta, è solo la punta di un gigantesco iceberg su cui rischia di collidere la tenuta sociale e civile di un'intera provincia”. Inizia così la lettera inviata al prefetto Francesca Cannizzo dai segretari generali di Cgil e Uil Angelo Villari e Angelo Mattone. Le due organizzazioni chiedono un incontro per discutere il dossier sindacale sulla “Vertenza Catania” e avviare un confronto sulle possibili soluzioni. Questo, comunque, il testo integrale della lettera: Ill.mo Prefetto, La disperazione dei lavoratori ex Coem e Marketing Sud, "sedotti e abbandonati" come tanti altri dalle istituzioni politiche con un protocollo d'intesa che ora si rivela unicamente un pezzo di carta, è solo la punta di un gigantesco iceberg su cui rischia di collidere la tenuta sociale e civile di un'intera provincia. Le decine di vertenze aperte, le quotidiane manifestazioni dinanzi a Palazzo Minoriti, il dramma di migliaia di famiglie catanesi impongono una risposta forte e trasparente che può venire da un sistematico confronto tra parti sociali e istituzioni sotto Sua autorevole supervisione.

Leggi tutto...

Niente stipendi a dicembre e saldo della tredicesima per i dipendenti della società di Igiene urbana "Agesp" a Scordia, l'ormai indifferibile rimodulazione dei contratti da part-time a full-time anche per limitare il ricorso costante a ore di lavoro straordinario, la scarsa sicurezza dei veicoli adibiti al servizio. Per affrontare questi argomenti, la UIL Trasporti – l'organizzazione UIL di settore – ha programmato per lunedì dalle 10 alle 12 a Scordia nel cantiere "Agesp" un'assemblea dei lavoratori. Sarà presente il segretario provinciale della UIL Trasporti, Armando Alibrandi.

Sottocategorie

6A9A8819rid

Enza Meli

UIL Catania.

Biografia

Interventi

Gruppo dirigente

La UIL di Catania è anche su Facebook seguici :facebook

Concorso fotografico

Discriminazioni

Eventi

Nessuna evento nel calendario
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Area Riservata UIL