news letter

02.jpg

Tesseramento

manifesto2018

Slideshow CK

This is a bridge
This bridge is very long
On the road again
This slideshow uses a JQuery script adapted from Pixedelic
insegnare
insegnare

Mercoledì 4, la Uila di Catania e Messina terrà il proprio congresso territoriale nella sala-convegni dell'hotel "Caesar Palace" a Giardini-Naxos, con inizio alle 9.30. Ben 8 mila nelle due province i lavoratori di Agricoltura, Agroalimentare, Pesca e Forestale iscritti all'organizzazione. "Naturalmente Uila" è lo slogan scelto dal segretario generale Nino Marino, che guida anche il sindacato di categoria in Sicilia. Dopo la relazione iniziale di Marino, sono previsti interventi di saluto dei segretari generali Uil di Catania e Messina, Enza Meli e Ivan Tripodi, e del sindaco di Giardini-Naxos Pancrazio Lo Turco. Concluderà Guido Majrone per la Segreteria nazionale Uila.
Nel corso del dibattito verranno proiettati frammenti dei docufilm "Una strage ignorata" – prodotto dalla Fondazione Argentina Altobelli in ricordo delle vittime di mafia in Sicilia nelle lotte sindacali degli anni Quaranta e per i diritti dei lavoratori agricoli – e "Il frutto oscuro", realizzato da Uila Catania e "Symmachia" Adrano per denunciare l'emergenza-caporalato. Proprio da Adrano, peraltro, partì nel 2013 con un convegno Uila dal titolo "I frutti oscuri del lavoro nero" la campagna di sensibilizzazione che il 18 ottobre del 2016 ha portato alla definitiva approvazione della legge nazionale contro i nuovi schiavisti dei campi. Nino Marino con la sua organizzazione, peraltro, ha recentemente lanciato anche un marchio etico di qualità dei prodotti agricoli: "Buono È Legale", il suo nome.

 

Matteo Spampinato è stato confermato oggi segretario generale della Uilm etnea. Sarà collaborato da Giuseppe Caramanna, Giacomo Condorelli, Davide Boemi, Armand Gelardi, Salvatore Pappalardo, Giuseppe Signorelli. Tesoriere, Franco D'Agata. Sono stati eletti dai delegati al congresso territoriale dell'organizzazione Uil dei lavoratori metalmeccanici, che lunedì ha intanto conquistato un significativo successo nello stabilimento catanese Stm alle elezioni per il rinnovo delle rappresentanze sindacali. Per la Uilm, 788 voti su 3 mila schede valide e ben 445 preferenze su 991 nel collegio-reparti produttivi. Luca Colonna, a Catania in rappresentanza della Segreteria nazionale, s'è complimentato con Spampinato, Caramanna, gli Rsu e tutto il gruppo dirigente del sindacato catanese. Quindi, ha dichiarato: "Usciamo da questo congresso con un ottimo risultato nelle elezioni alla Stm, ma anche con l'impegno a lavorare per lo sviluppo industriale del Mezzogiorno e della Sicilia in particolare. Così come dobbiamo occuparci di fisco, pensioni e sostegno per chi lavora in aziende in difficoltà".

        All'hotel "Nettuno", l'assemblea Uilm è stata aperta dalla relazione di Matteo Spampinato. Il segretario ha affermato che "non è eccessivo parlare di desertificazione, ma dev'essere chiaro che senza un significativo sviluppo della base industriale è difficile immaginare una crescita o anche solo il mantenimento dei livelli di benessere nel Meridione". Non solo ombre, ma anche luci: "Cento milioni di euro – ha detto l'esponente sindacale – sono in corso di investimento nella 3Sun, azienda di proprietà Enel Green Power, per la nuova linea di produzione di pannelli a più alto tasso di efficienza tecnologica. Tre milioni e mezzo di investimenti, invece, sono già stati decisi dal gruppo Alfa Acciai per l'ammodernamento del laminatoio nelle Acciaierie di Sicilia. Un importante segnale, pure a fronte della permanente difficoltà del mercato siciliano. Abbiamo bisogno di aprire un contenzioso con il governo regionale e, quando ci sarà, con quello nazionale per accelerare l'apertura dei cantieri che dovranno realizzare infrastrutture già previste e finanziate".
Il coordinatore generale della Uilm Sicilia, Silvio Vicari, ha sottolineato come "la ripresa non si veda ancora nella nostra regione, mentre restiamo sempre in attesa del promesso rilancio di zone industriali come Termini Imerese e Gela". "Catania – ha aggiunto – sta meglio rispetto ad altre aree produttive, perché ha saputo puntare su un'industria capace di guardare al futuro". Silvio Vicari s'è, inoltre, soffermato sulla "necessità di un sindacato ancora più robusto per essere pronti a rispondere a quelle forze politiche che non hanno mai nascosto il proprio fastidio nei confronti delle organizzazioni dei lavoratori, ma anche per contrastare efficacemente quanti nelle associazioni datoriali vogliono smantellare il contratto nazionale di lavoro e sono stati costretti a firmare l'accordo nazionale per il settore metalmeccanico solo grazie alla formidabile opera di mediazione con Fim e Fiom avviata dal nostro leader nazionale Rocco Palombella".
             La segretaria generale del "Sindacato dei cittadini", Enza Meli, ha infine citato la significativa sinergia tra Uil e Uilm nelle difficili vertenze catanesi: "Quando è stato necessario lottare per le lavoratrici e i lavoratori, ci siamo sempre ritrovati insieme. In questo territorio siamo stati argine alle ristrutturazioni aziendali selvagge, condotte con cinismo e miopia da manager del declino, ma abbiamo anche dato battaglia su un fronte abbandonato da molti: quello della qualità del lavoro. La stessa essenza del nostro Essere Uil è difendere i diritti e aggiungerne di nuovi, tutelando a ogni costo i lavoratori e le loro famiglie, i cittadini e la loro dimensione sociale che è molto più di una mera somma di individui".

 

Domani, venerdì 23, la Uil Pensionati di Catania terrà il congresso territoriale con inizio alle 9.30 nella sala-convegni dell'hotel "La Fucina di Vulcano" a Bronte. L'assemblea, che prevede pure la costituzione dell'Ada Service provinciale, verrà aperta dalla relazione della segretaria generale Enza Meli. Interverranno Agostino Siciliano per la Segreteria nazionale UilP, i segretari generali di Uil e UilP Sicilia Claudio Barone e Nino Toscano, il segretario Ada Service Sicilia Alberto Magro.
Enza Meli, che ha guidato in questi anni la Uil Pensionati e adesso è segretaria generale della Uil di Catania, ricorderà l'impegno dell'organizzazione "nella tutela dei diritti di cittadinanza per gli anziani e nel promuovere nuove misure legislative sulla non autosufficienza". L'esponente sindacale anticipa così un passaggio della sua relazione: "Mettere giovani contro anziani sta avvolgendo l'Italia in una spirale involutiva, soffocante. Al contrario, noi della Uil e della Uil Pensionati continuiamo a credere che serva un patto senza età per dare futuro alle nostre comunità. A Catania questo vale più che altrove. Proponiamo un patto generazionale, ma soprattutto pretendiamo rispetto. Gli anziani sono stati ormai ridotti al ruolo di ammortizzatori sociali: comodi quando serve, per il resto guardati quasi con fastidio". "I pensionati – aggiunge Enza Meli – stanno tenendo in vita molti centri abitati e moltissime famiglie nel nostro Paese. Quando noi rivendichiamo rispetto, quindi, sollecitiamo solamente il riconoscimento di una funzione e un atto di giustizia sociale. Nulla di più, nulla di meno. Tenetevi le mance, noi esigiamo per gli anziani la restituzione di ciò che gli spetta! Parliamo di diritti, ancor prima che di soldi. Non si negano soldi ma diritti, il diritto di cittadinanza innanzitutto, quando si è costretti a tagliare sul pane, sul riscaldamento di casa e addirittura sulle spese sanitarie. Ecco, noi vorremmo un pensionato che arriva a fine mese senza rinunciare a beni primari quali i farmaci. Stiamo forse chiedendo troppo ?!?".

“La Uilm è primo sindacato nello stabilimento Stm di Catania. Nelle elezioni delle rappresentanze sindacali unitarie l’organizzazione Uil dei lavoratori metalmeccanici ha ottenuto 788 voti su 3 mila schede valide, conquistando in particolare ben 445 preferenze su 991 nel collegio-reparti produttivi. Lottare per il diritto di avere diritti, con coerenza e coraggio, produce questi risultati. Grazie ai lavoratori. Noi vogliamo ripagarli adesso con maggiore impegno e passione!”. Lo dichiarano i segretari generali di Uil e Uilm Catania Enza Meli e Matteo Spampinato, insieme al componente della Segreteria territoriale Uilm Giuseppe Caramanna, commentando i risultati dello sfoglio appena conclusosi alla Stm di Catania.

Sottocategorie

6A9A8819rid

Enza Meli

UIL Catania.

Biografia

Interventi

Gruppo dirigente

La UIL di Catania è anche su Facebook seguici :facebook

Concorso fotografico

Discriminazioni

Eventi

Nessuna evento nel calendario
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

Area Riservata UIL